MARCO CAMASTRA

Baritono di fama internazionale, Marco Camastra ha studiato con il soprano Rosetta Noli. Dopo essere risultato vincitore assoluto di vari concorsi lirici internazionali, ha debuttato nell’87 al Teatro dell’Opera di San Remo in Madama Butterfly (Sharpless) ed in Elisir d’Amore(Belcore) a cui hanno fatto seguito numerose interpretazioni dei più celebri ruoli giocosi e belcantistici del repertorio lirico.

Ha cantato in tutti i più importanti teatri italiani dalla Scala di Milano all’Arena di Verona, dal Maggio Musicale Fiorentino al Regio di Torino, dal Massimo di Palermo al Comunale di Bologna, dall’Opera di Roma alla Fenice di Venezia, mentre all’estero si è esibito a Vienna, Berlino, Tokio, Shanghai, Pechino, Montréal, Rotterdam, Seul, Lugano, Nancy, Monte-Carlo, Tenerife, Tel Aviv, Tallin, Bangkok, Lima, Palma De Mallorca.

E’ stato diretto da maestri come Riccardo Muti, Zubin Mehta, Daniel Oren, Placido Domingo, Gianandrea Gavazzeni, Bruno Bartoletti, Riccardo Chailly, Renato Palumbo, Gary Bertini, Bruno Campanella, Maurizio Arena, Gianluigi Gelmetti, Roberto Abbado, Salvatore Accardo, Garcia Navarro, Alain Guingal e registi quali Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi, Pier’Alli, Hugo de Ana, Gilbert Deflo, Ugo Gregoretti, Zhang Yimou, Filippo Crivelli, Giuliano Montaldo, Lamberto Puggelli, Denis Krief.

Tra gli impegni più significativi della sua carriera ricordiamo: Armide di Gluck diretta da Riccardo Muti alla Scala di Milano; Turandot al Teatro Massimo di Palermo sotto la direzione di Nello Santi, all’Arena di Verona diretta da Alain Lombard, al Teatro Verdi di Salerno, al Bellini di Catania, al World Cup Stadium di Seul; Manon Lescaut alla Deutsche Oper di Berlino diretta da Renato Palumbo ed all’Opera di Roma diretta da Donato Renzetti; Don Giovanni nel ruolo di Leporello al Teatro Bellini di Catania diretta da Stefano Ranzani e con la regia di Filippo Crivelli; Il Cappello di paglia di Firenze al Teatro Piccinni di Bari; Carmen all’Arena di Verona diretto da Daniel Oren e Placido Domingo con la Regia di Franco Zeffirelli, la Messa in Sol Maggiore di Schubert nell’Aula Paolo VI in Vaticano alla presenza di S.S. Giovanni Paolo II; L’elisir d’amore al Teatro Filarmonico di Verona, L’Italiana in Algeri al Teatro Verdi di Trieste e Il barbiere di Siviglia al Teatro Principal di Palma de Mallorca.

Negli anni più recenti, ha cantato nel Rigoletto al Teatro alla Scala di Milano sotto la direzione di James Conlon, é stato Schaunard nella Bohème al Teatro Massimo di Palermo diretta da Daniele Callegari, Dandini nella Cenerentola all’Oriental Art Center di Shanghai, il Sagrestano in Tosca al Teatro Lirico di Cagliari, Figaro ne Il barbiere di Siviglia rossiniano a Montréal. Ha inoltre debuttato nel 2011 il ruolo del titolo in Rigoletto alla Semaine Italienne di Montréal, sotto la direzione di Gianluca Martinenghi.

Ha inaugurato la stagione lirica 2011/2012 del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino nel ruolo di Don Profondo ne Il Viaggio a Reims sotto la direzione di Daniele Rustioni e la regia di Marco Gandini.

Nel 2012 è stato Bartolo ne Il barbiere di Siviglia all’Opera di Roma diretto da Bruno Campanella, Silvano ne Il ballo in maschera al Teatro Regio di Torino sotto la direzione di Renato Palumbo e la regia di Lorenzo Mariani, il Sagrestano nella Tosca all’Arena di Verona diretta da Marco Armiliato con la regia di Hugo de Ana e ha poi preso parte all’esecuzione delle Laudi di San Francesco di Hermann Suter all’Auditorium “G. Agnelli” di Torino con l’“Orchestra Nazionale della Rai” diretta da Simon Gaudenz, e alla produzione de La Giocondaall’Opera di Roma.

Nel 2013 ha riscosso un grande successo al Palau de les arts di Valencia interpretando Bartolo ne Il barbiere di Siviglia diretto da Omer Meir Wellber e con la regia di Damiano Michieletto. Nell’estate del 2013 prenderà parte alla produzione di Rigoletto dell’Arena di Verona e nell’autunno successivo sarà protagonista de L’elisir d’amore al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2014 ha debuttato Don Pasqualenel ruolo del titolo a Tel Aviv. Impegni del 2015 includono, tra altri, Il barbiere di Siviglia a Berlino, La forza del destino a Tokyo, Rigoletto a Roma.

Ha all’attivo più di 20 incisioni ufficiali tra registrazioni live ed in studio, di cui ricordiamo i seguenti CD: La Pietra Del Paragone per la Bongiovanni, Carmen e Turandot per la Companions Classic, Andrea Chénier per la Universal, e i DVD che seguono: Turandot per la EMI, Carmen per la Fondazione Arena di Verona, Adriana Lecouvreur per il Teatro alla Scala di Milano e Madama Butterfly per il Festival di Torre del lago.

Ha svolto un’intensa attività nel campo della musica sacra, in particolare ricordiamo l’esecuzione e l’incisione di vari Oratori di Lorenzo Perosi.

E’ insegnante di canto lirico presso l’Accademia Internazionale “G.Verdi” di Terni diretta da Carlo Palleschi.